Trasporto marittimo di merce – Polizza di carico – Riserve "ignoro peso" e "peso sconosciuto"

Saturday, 23 May, 2009 | By Avvocato Luca Raffo | Categoria: Cassazione, Giurisprudenza, Trasporto marittimo

Corte di Cassazione Civile

Sez. III, 29 novembre 1999, n. 13341

Dir. Trasporti, 2001, 729 con nota di Rosafio; Contratti, 2000, 6, 592  con nota di Fogliani

Il timbro e la firma del capitano, apposti nella polizza sotto l’indicazione del peso scritta a mano, non valgono come presunzione di conformità dello stesso peso, potendosi riferire ad altre indicazioni apposte prima della sottoscrizione.

Le riserve inserite nella polizza di carico hanno capacità di neutralizzare l’efficacia probatoria delle indicazioni relative alla qualità, quantità e natura della merce caricata e non costituiscono clausole di esonero da responsabilità. Pertanto, spetta al ricevitore giratario, che reclama il risarcimento per aver ricevuto una minore quantità di merce, provare che la quantità caricata corrispondeva a quella indicata dal caricatore.

Le riserve “ignoro peso”, “peso sconosciuto” e altre simili sono da ritenersi legittimamente inserite nella polizza di carico, anche se a stampa, attesa la possibilità di cancellazione, quando vi sia ragionevole sospetto di veridicità o ragionevole impossibilità di controllare i dati forniti dal caricatore.

A norma della convenzione di Bruxelles del 1924 sulla polizza di carico, come per l’art. 462 cod. nav., è lecito per il vettore non soltanto omettere nella polizza di carico i dati concernenti le caratteristiche della merce, ma anche inserire riserve sui dati stessi, quando ne sospetti fondatamente l’inesattezza o non abbia mezzi sufficienti per la loro verifica.

Art. 462. Natura, qualità e quantità delle merci

il vettore, ovvero il raccomandatario o il comandante della nave,  che rilascia la polizza ricevuto per l’imbarco o la polizza di carico, ha facoltà di inserire in polizza le proprie riserve, quando non può eseguite in tutto o in parte una normale verifica delle indicazioni fornite dal caricatore sulla natura, qualità e quantità delle merci, nonchè sul numero dei colli e sulle marche di contrassegno.

In mancanza di riserve, la natura, la qualità e la quantità delle merci, nonchè il numero e le marche dei colli consegnati al vettore o imbarcati, si presumono fino a prova contraria conformi alle indicazioni della polizza.

Tags: ,

Scrivi un Commento