Trasporto marittimo di merce – Himalaya clause inserita in polizza di carico e sua estensibilità a tutti i soggetti coinvolti dal vettore nel trasporto

Friday, 8 May, 2009 | By Avvocato Luca Raffo | Categoria: Giurisprudenza, Trasporto per mare, Tribunali di merito

Tribunale di Genova, 20 novembre 2000

Il Diritto dei Trasporti, 2002, 245 con nota di Potenza

Non contrasta con l’ordinamento giuridico italiano, che disciplina con gli art. 1441 ss. c.c. il contratto a favore di terzi, la clausola di polizza di carico cosiddetta Himalaya, in base alla quale l’interessato al carico s’impegna a non presentare alcuna pretesa o reclamo contro le persone, diverse dal vettore, a cui il medesimo abbia affidato il trasporto o parte dello stesso, e tali persone possono valersi di ogni condizione, eccezione o facoltà prevista dalla polizza di carico come se fossero a loro beneficio, in quanto nella stipulazione del contratto di trasporto il vettore ha agito anche quale loro agente o mandatario. Pertanto, l’impresa portuale operante per conto del vettore, convenuta dall’interessato al carico, può valersi delle clausole della polizza di carico fra cui quella di deroga alla giurisdizione.

Tags: , , ,

Scrivi un Commento