CMR – Furto di merce in area di sosta non custodita – Colpa grave del vettore – Art. 18 CMR ed onere della prova in capo al danneggiato

Sunday, 5 April, 2009 | By Avvocato Luca Raffo | Categoria: Giurisprudenza, Trasporto per terra, Tribunali di merito

Tribunale di Genova, 21 Agosto 2002

Il Diritto Marittimo, 511, 2004

Si deve escludere l’applicabilità del limite di responsabilità di cui all’art. 23 CMR quando in un trasporto di merce di ingente valore l’autista si ferma per il riposo notturno  in un’area di sosta non vigilata e subisce il furto della merce perpetrato da ignoti a mezzo del taglio del telone del semirimorchio.

Il furto può esonerare il vettore dalla responsabilità per perdita dei beni solo laddove sia accompagnato da circostanze di fatto tali da superare la normale prevedibilità al punto da far apparire l’evento un fatto inevitabile, nonostante la vigilanza del vettore e dei suoi incaricati.

In base all’art. 18 CMR incombe sul danneggiato l’onere di dimostrare l’inesistenza di un pericolo eccettuato causativo del danno, non anche, positivamente, il fatto colposo del vettore.

N.B. Nel caso di specie il mezzo telonato era munito di un dispositivo di controllo satellitare risultato però inutile per la tipologia di furto perpetrata (taglio del telone e non sottrazione dell’intero mezzo).

Tags: , , , ,

One comment
Leave a comment »

  1. nel 2006 mi rubarono il mezzo sotto casa nella via dove abito lo ritrovai dopo una settimana lontano circa100km la mia assicurazione pagò 1 euro al kg ma assicurazione del cliente fece una rivalsa su di me x colpa grave .premetto che il mezzo era chiuso con tanto di antifurto morale che il giudice a dato ragione alla assicurazione addebitandomi 50000euro a me trasportatore ma cosa devo pensare….

Scrivi un Commento